Monto (ed equilibrio) le Anlas CapraX

Smontiamo le Michelin Anakee Wild…

Dopo aver provato ben due treni di Michelin Anakee Wild, opto per una gomma alternativa. Vediamo come e perché.

Le Michelin anakee wild sono delle ottime gomme, radiali, un po’ costose ma durano poche migliaia di chilometri.

La mia esperienza prima in Sardegna e poi in tratti autostradali e di fuoristrada in Romagna e anche in Piemonte mi fanno concludere che le Michelin durano al massimo 2500 – 3500 km. Sono gomme ottime in fuoristrada, morbide, e sicuramente presentano il solito problema quando incontrano sull’asfalto l’acqua. Ma è chiaro che non sono fatte per l’asfalto, ma per l’offroad. I canali sono larghi per cui sono buone anche sul fango.

Ma veniamo alle Anlas. Le CapraX presentano un disegno del battistrada simile e una morbidezza del tassello anche lui simile. Pertanto non mi aspetto prestazioni chilometriche molto differenti…vedremo anche in fuoristrada come vanno. Il prezzo compreso spedizione è di circa €240 (anteriore + posteriore). Quindi non tanto diverso dalle Michelin.

Per quanto riguarda la resa chilometrica la marca turca dichiara di aver irrigidito il centro del pneumatico a livello di tasselli e pertanto di offrire una durata maggiore di altre gomme… vedremo.

Dai, iniziamo a smontare le Michelin !
Fatto, smontata la vecchia Anakee Wild
Il tassello nuovo delle Anlas è 11mm sia al centro che sui lati (gomma posteriore)
La prima spalla è facile, ora affrontiamo la seconda…
…faticando ci sono riuscito
E adesso passiamo all’equilibratura
Rimontiamo…
…e gustiamoci la nuova vista

All’anteriore faccio meno fatica perché ormai i passaggi sono chiari. L’unico inghippo sono i protettori di gomma dei cerchi, che ormai sono distrutti e rischio sempre di segnare i cerchi. Nel frattempo ho già ordinato dei pennarellini indelebili di colore blu per nascondere eventuali graffi.

Smontiamo le Anakee…
…prima spalla stallonata…
… finito.
Gonfio la camera d’aria per verificare di non averla pizzicata smontandola
1. Montaggio Anlas CapraX
2. Equilibratura
3. Lavoro finito

Ho rimontato tutto secondo le quote di Newton•metro indicate dal manuale d’officina. Ovviamente massima attenzione alla procedura all’anteriore che prevede prima di stringere, di pompare sulle sospensioni davanti per assicurarsi che tutto scorra bene.

Al termine ho anche fatto un giro di prova per vedere come vanno. Mi sembrano morbide e da subito ho avuto una sensazione positiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.