Studiare le tappe per il marocco

Il bello di un viaggio in un paese sconosciuto è che all’inizio trovi mille informazioni, frammentate. Qualche foto suggestiva, il commento di qualcuno “questo non devi perdertelo”, ed ecco che l’elenco aumenta a dismisura, come la tua voglia di fare ordine.

In particolare ho iniziato con molti video su YouTube (vi consiglio i suggestivi di Lolo Cochet – https://www.youtube.com/user/LoloCochet/videos e BLKMRKT – https://www.youtube.com/user/blkmrkt78/videos) e letto un paio di blog italiani.

Poi sono passato alle guide e cartine. La Marco Polo della EDT con carta estraibile: utile per capire i principali percorsi a tema e una carta di prova su cui vederli e iniziare a fissare nuovi punti e idee.

La cartina chiave è la famosa Morocco della Reise, scala 1:1.000.000 Contiene le principali piste di terra battuta, ideale per il mio viaggio.

Infine la guida in inglese Morocco OVERLAND di Chris Scott, completa di punti GPS di inizio e fine pista, indicazioni dei bivi, suggerimenti.

Poi sono passato all’elettronica: OsmAnd per Android basato su mappe offline di tipo OpenMaps; ricchissime ancor di più di piste dettagliate, indicazioni sui fondi (terra battuta, sabbia, acquitrini), nonché quote altimetriche e curve di livello (linee isoipse).

E qui ho iniziato a impostare i percorsi e a costruire il calendario tappa per tappa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.